Come scegliere la tua tenda da campeggio

come scegliere la tua tenda da campeggioIn questa mini guida troverai tutte le informazioni tecniche che ti aiuteranno a scegliere la tenda da campeggio più adatta alle tue esigenze.
Se hai già dato un’occhiata alle varie tipologie e i vari modelli di tende da campeggio, ti sarai reso conto che le caratteristiche da tenere in considerazione sono davvero tante.
Ogni modello ha le sue caratteristiche, che lo rendono più adatto ad una situazione piuttosto che ad un’altra. Sta a te capire, grazie anche al nostro aiuto, qual è quello più adatto a te.

 

 

 

 

Quanti posti e che dimensioni deve avere la tenda?

Iniziamo col dire una cosa che risulta un po’ banale, ma che alla fine forse non lo è.
Una tenda da 2 posti riesce ad ospitare 2 persone! Scontato, dirai… e invece no. Molti ci chiedono: siamo in due, ma forse è meglio prendere una tenda da tre, per contenere anche l’attrezzatura. In realtà, una tenda da campeggio due posti è stata concepita per ospitare due persone più l’attrezzatura. Ovviamente può capitare che in qualche modello ci sia più spazio rispetta ad un altro, ma le tende sono sempre concepite per far stare più comodi possibili i suoi ospiti.
E’ chiaro che se hai intenzione di campeggiare a lungo, avere un po’ di spazio extra è sicuramente più comodo. In questo modo potrai lasciare le tue cose al di fuori dello zaino e prendere i vestiti o cercare altro diventa molto più facile. Anche l’altezza della tenda è fondamentale. Se infatti vuoi cambiarti in tutta comodità o poter stare tranquillamente alzato all’interno, scegli una tenda che abbia l’altezza giusta per poterlo fare. Se poi vuoi che il tuo campeggio sia ancora più confortevole puoi pensare di acquistare una tenda che abbia due zone distinte, dove poter mangiare o poter dormire.
È chiaro che più sono i comfort offerti, più il prezzo sale. Sta a te scegliere il budget, se tieni più al tuo portafoglio o al tuo comfort.
Se invece le tue vacanze sono all’insegna dell’avventura e si svolgono al di fuori di strutture organizzate, una tenda grande si traduce in un maggior peso da trasportare. In questo caso è meglio scegliere una tenda che sia leggera e facile da smontare, garantendoti cosi una maggior velocità negli spostamenti.
In qualsiasi caso, quando si campeggia per periodi lunghi, è sempre consigliabile avere un cucinotto, dove poter preparare i pasti in tutta sicurezza. Per meggiori informazioni sulla forma della tenda, puoi leggere le pagine dedicate:

 

I materiali utilizzati per la paleria

Iniziamo col dire che la paleria può essere esterna, quando si trova all’esterno del sovratelo, o interna, quando la paleria si trova tra il sottotelo e il sovratelo.
In generale, le tende con paleria esterna risultano più facili da montare in quanto sovratelo e sottotelo sono già collegati. Le tende con paleria interna invece sono un po’ più complesse. Infatti, prima bisogna montare il sottotelo a cui viene agganciata la paleria. Successivamente si monta il sovratelo che bisogna collegare alla struttura.
Per quanto riguarda i materiali adoperati per la paleria, ne abbiamo principalmente due:  vetroresina, più pesante, e l’alluminio, più leggero.
Anche qui è necessario valutare le proprie esigenze. Se vai in campeggio in macchina , il peso della tenda da campeggio importa poco, quindi puoi decidere di acquistare una tenda con paleria in vetroresina, risparmiando qualche soldo.
Se invece dovrai trasportare la tenda in spalla, scegliere una tenda con paleria in alluminio diventa quasi una necessità, poiché ti garantisce una maggior leggerezza. Certo, costa un po’ di più, ma la tua schiena ti dirà grazie!

Altra valutazione importante da fare è il periodo in cui si va a fare campeggio. Se le tue vacanze si svolgono sempre nella bella stagione, puoi optare per una tre stagioni (eccoti un esempio), che ha una paleria composta da anche da soli due pali. Se invece le tue vacanze si svolgono anche nelle stagioni più fredde allora è d’obbligo acquistare una tenda quattro stagioni. In questo caso la paleria è più articolata, con almeno 3-4 pali, per resistere alle raffiche di vento o al peso della neve. Se sei interessato ad una tenda 4 stagioni, ti consigliamo la Ferrino Chanty 4.

 

Il telo: doppio o mono?

Anche qui, è necessario essere certi del tipo di vacanza che si vuole fare.
Se pensi di stare via qualche giorno e di fare il campeggio in un’area attrezzata e in estate, puoi pensare di acquistare una tenda mono telo. Questo tipo di tende da campeggio sono generalmente più leggere ed economiche. Ovviamente c’è un maggior rischio che si crei condensa e non offrono la stessa protezione che offre una tenda a doppio telo. Se invece hai deciso di trascorrere le tue vacanze in una stagione fredda o comunque non proprio calda, è opportuno optare per una tenda a doppio telo. Le tende con questa struttura garantiscono una maggiore protezione dagli agenti atmosferici grazie alla loro maggiore impermeabilità e in più, cosa molto importante evitano che all’interno della tenda si crei condensa, che rimarrà tra il sovratelo e il sotto telo.
Se puoi spendere qualcosina in più noi ti consigliamo di acquistare una tenda a doppio telo, che è sicuramente più versatile.

 

Inner Tent: questo sconosciuto!

In tanti ci chiedono cosa sia l’Inner Tent.
L’inner Tent non è altro che un sotto telo removibile. Avere una tenda con Innert Tent, significa poterla montare con entrambi i teli o con uno solo, quello più esterno. Grazie a questa caratteristica, questo tipo di tenda è veramente molto versatile, ed è di grande aiuto quando si ha la necessità di snellire il peso, portando con se solo il sovratelo.

 

Le falde a terra, si o no?

Le falde a terra aiutano a sigillare meglio la tenda. Falde si o falde no? I pareri sono molto contrastanti. Una cosa è certa: le falde, oltre ad essere un peso in più, accentuano il problema della condensa. Infatti, è vero che impedisce all’aria fredda di entrare, ma anche il riciclo di aria viene bloccato, con la conseguenza di avere aria viziata all’interno della capsula più interna.
Una situazione dove invece le falde a terra sono molto utili, si verifica nel caso in cui decidessi di campeggiare in un terreno molto sabbioso: le falde infatti, impediscono alla sabbia o alla polvere di entrare all’interno della tenda.

 

Il problema condensa

Molti ci chiedono come evitare la formazione della condensa nella tenda. Noi rispondiamo: smetti di respirare! Scherzi a parte, la formazione della condensa è un processo del tutto naturale che avviene grazie al nostro respiro. Siamo infatti noi stessi che, durante la respirazione, rilasciamo anidride carbonica mista a vapore acqueo. Il vapore venendo a contatto con il sovratelo si raffredda formando così le goccioline di acqua. È dunque buona prassi aprire di tanto in tanto le zanzariere per favorire il riciclo d’aria e far fuoriuscire il vapore. In più sarebbe ottimale che la tenda presenti delle prese d’aria che garantiscano un continuo ricambio d’aria.
Le tende che presentano maggiore impermeabilità, hanno purtroppo lo svantaggio di favorire la formazione di condensa. Se vuoi una tenda che limiti al massimo questo problema, scegli una tenda più traspirante e con numerose prese d’aria.

 

Che forma scegliere?

A questa domando noi ti rispondiamo: dove e quando fai campeggio?
Se fai campeggio in una stagione piovosa, è bene che la tenda abbia una forma che permetta lo smaltimento dell’acqua, senza creare ristagni, che prima o poi creano infiltrazioni. Se invece campeggi in una zona ventosa, una tenda dalla forma aerodinamica fa si che l’aria scivoli sopra, evitando che la tenda venga staccata dal suolo.È fondamentale montare la tenda con tutti i suoi tiranti e con tutti i suoi picchetti. Se ti ritrovi spesso in queste situazioni opta per una tenda a tunnel grazie alla loro forma offrono maggiore spazio a loro interno, o una tenda a igloo che è un buon compromesso.

 

Quanto pesa una tenda?

Il peso di una tenda è inversamente proporzionale al costo; meno costa, più è pesante. Il basso costo sottolinea l’utilizzo di materiali non innovativi e che quindi a parità di prestazioni risultano essere più pesanti. Se comunque hai intenzione di trasportare la tenda sulla schiena, durante una bella camminata, secondo noi un buon peso è di 1,200/1,300 kg per persona.
Hai ancora qualche dubbio su che tenda devi scegliere? proviamo a fare chiarezza con questo riassunto!

  • Vai in campeggio con la macchina. Fai poca strada a piedi e una volta montata la tenda non la muovi più. In questo caso puoi scegliere qualsiasi tenda. Non dovrai preoccuparti del peso, quindi puoi portare anche qualche telo extra.
  • Ti piace l’avventurama non esageriamo. Se campeggi solo con la bella stagione opta per una tenda tre stagioni che è più leggera rispetto alla quattro e che quindi ti farà faticare di meno.
  • Il tuo secondo nome è Indiana Jones e neanche il freddo ti spaventa? Se campeggi anche d’inverno è necessaria una tenda 4 stagioni, che riesca a resistere al vento, alla neve e alla pioggia. Tieni sott’occhio il peso! Il tuo zaino d’inverno contiene sicuramente più cose risultando più pesante.
  • Vai in moto o in bici. In questo caso sono fondamentali le dimensione che avrà la tua tenda una volta chiusa, non tanto per il tessuto che può essere ripiegato in vari modi, quanto per la lunghezza dei pali. Considera una lunghezza massima di 40 cm da chiusa.

Con questa mini guida, speriamo di aver risolto qualche tuo dubbio. Se non ti è ancora chiara qualcosa, continua la navigazione all’interno del nostro portale, dove potrai trovare le marche e i modelli recensiti.

Eccoti le migliori offerte che abbiamo selezionato per te:
Ultimo aggiornamento: 19 agosto 2018 15:48